CONTACT ME
  • Lorenzo Bonari

Festa in paese

Updated: Jan 15, 2019

(canzone)


Gino che cammina per i vicoli del borgo,

Spiccioli in tasca, zaino sul dorso,

Pensa alla madre seppellita in settembre,

Si ferma al circolo, saluta gente,


Speranzoso che si intraveda il malumore,

Lacrime scendono, le asciuga a malincuore,

E aspetta un gesto eroico che non arriva mai,

Che qualcuno a lui estraneo lo sottragga ai guai,


Gino non lo sa, è ancora un bambino,

Nessuno in questo mondo può sottrarsi al destino,

Gino nei suoi occhi ancora si intravede,

Un dolore troppo grande per un ragazzo di paese,


Ed ormai si è fatto agosto

E la gente del posto

Si raduna in piazza

Oggi è un giorno di festa


C'è festa in paese,

Per chi parte e chi viene,

C'è festa in paese,

Poca gente, tanto vino,

Due chitarre un po' scordate,

Ballando fino al mattino,

Qua si vive per l'estate,


Marco che dipinge i susini in fiore,

Settanta anni spesi a volersi dir pittore,

Artista per principio più che per ispirazione,

Ritrae i turisti per poca provvigione,


La moglie se n'è andata ormai da tanti anni,

Lasciando gatti e debiti ma portandosi via i figli,

Lui ci ripensa spesso quando solo nella notte,

Ubriaco e disperato fissa il fondo della botte,


Finendo spesso a mordere le canne del fucile,

Troppo vigliacco per sparare troppo stanco per dormire,

Colpevole soltanto di aver inseguito un sogno,

Marco non chiede aiuto, ma Dio sa ne ha bisogno,


Ma ormai si è fatto agosto

E la gente del posto

Si raduna in piazza

Oggi è un giorno di festa


C'è festa in paese,

Per chi parte e chi viene,

C'è festa in paese,

Poca gente, tanto vino,

Due chitarre un po' scordate,

Ballando fino al mattino,

Qua si vive per l'estate,


Susanna bella donna, pelle come il velluto,

Con due figli adolescenti e un marito cornuto,

Susanna in una casa che ama controvoglia,

Son le dieci di mattina, c'è un forestiero che la spoglia,


Il marito in negozio le figlie a scuola,

Susanna ha tante voglie che non può saziar da sola,

Ogni volta più palese, ogni volta più porca,

Sembra ormai immune ai sensi di colpa,


Tra lei e suo marito, ormai vi è solo noia,

Susanna è una vittima e Susanna è una troia,

E stasera come splende nel vestito turchese,

Ballando muove i seni carnosi, è la più bella del paese.


Perché ormai si è fatto agosto

E la gente del posto

Si raduna in piazza

Oggi è un giorno di festa


C'è festa in paese,

Per chi parte e chi viene,

C'è festa in paese,

Poca gente, tanto vino,

Due chitarre un po' scordate,

Ballando fino al mattino,

Qua si vive per l'estate,